Casa Stralisco
Casa Stralisco

studiopsicologiamilano

Riferimenti teorici e testi correlati

Sigismund Schlomo Freud, noto come Sigmund Freud, (Freiberg, 6 maggio 1856 – Londra, 23 settembre 1939) è stato un neurologo, psicoanalista e filosofo austriaco, fondatore della psicoanalisi, sicuramente la più famosa tra le correnti teoriche e pratiche della psicologia. Freud è noto per aver elaborato una teoria scientifica e filosofica, secondo la quale i processi psichici inconsci esercitano influssi determinanti sul pensiero, sul comportamento umano e sulle interazioni tra individui. Di formazione medica, tentò di stabilire correlazioni tra la visione dell'inconscio, rappresentazione simbolica di processi reali, e delle sue componenti con le strutture fisiche della mente e del corpo umano, teorie che hanno trovato parziale conferma anche nella moderna neurologia e psichiatria.

 

  • L'interpretazione dei sogni (1899), in Opere, cit., vol. III
  • Psicopatologia della vita quotidiana (1901), in Opere, cit., vol. IV
  • Il motto di spirito e il suo rapporto con l'inconscio (1905), in Opere, cit., vol. V
  • Il caso di Dora (1905), in Opere, cit., vol. IV
  • Tre saggi sulla teoria sessuale (1905), in Opere, cit., vol. IV
  • Delirio e sogni nella "Gradiva" di Jensen (1907), in Opere, cit., vol. V
  • Psicoanalisi "selvaggia" (1910), in Opere, cit., vol. VI
  • Un ricordo d'infanzia di Leonardo da Vinci (1910), in Opere, cit., vol. VI
  • Totem e tabù (1913), in Opere, cit., vol. VII
  • Introduzione al narcisismo (1914), in Opere, cit, vol. VIII
  • Per la storia del movimento psicoanalitico (1914), in Opere, cit., vol. VII
  • Metapsicologia (1915), in Opere, cit., vol. VIII
  • Introduzione alla psicoanalisi (1915-1917), in Opere, cit., vol. VIII
  • Lutto e melanconia (1917), in Opere, cit., vol. VIII
  • Dalla storia di una nevrosi infantile (1918), in Opere, cit., vol VII
  • Il perturbante (1919), in Opere, cit., vol. IX
  • Al di là del principio del piacere (1920), in Opere, cit., vol. IX
  • Psicologia delle masse e analisi dell'Io (1921), in Opere, cit., vol. IX
  • L'Io e l'Es (1923), in Opere, cit., vol. IX
  • Inibizione, sintomo e angoscia (1925), in Opere, cit., vol. X

Carl Gustav Jung (Kesswil, 26 luglio 1875 – Küsnacht, 6 giugno 1961) è stato uno psichiatra, psicoanalista, antropologo e filosofo svizzero, una delle principali figure intellettuali del pensiero psicologico e psicoanalitico.La sua tecnica e teoria, di derivazione psicoanalitica, è chiamata "psicologia analitica" o "psicologia del profondo", più raramente "psicologia complessa".

Inizialmente vicino alle concezioni di Sigmund Freud, se ne allontanò nel 1913, dopo un processo di differenziazione concettuale culminato con la pubblicazione, nel 1912, di La libido: simboli e trasformazioni. In questo libro egli esponeva il suo orientamento, ampliando la ricerca analitica dalla storia del singolo alla storia della collettività umana. C'è un inconscio collettivo che si esprime negli archetipi, oltre a un inconscio individuale. La vita dell'individuo è vista come un percorso, chiamato processo di individuazione, di realizzazione del sé personale a confronto con l'inconscio individuale e collettivo.

 

 

  • I fenomeni occulti. 1902 o Psicologia e patologia dei cosiddetti fenomeni occulti (Zur Psychologie und Pathologie sogenannter okkulter Phänomene, 1902), 
  • La teoria freudiana dell'isteria (Die Freudsche Hysterietheorie, 1908)
  • L'analisi dei sogni (1909), Torino: Boringhieri, 1978 
  • A proposito di una critica della psicoanalisi (1910)
  • Psicoanalisi (1912)
  • Saggio di esposizione della teoria psicoanalitica (Versuch einer Darstellung der psychoanalytischen theorie, 1913), Roma: Newton Compton, 1970
  • Aspetti generali della psicoanalisi (1913)
  • La libido: simboli e trasformazioni (Wandlungen und Symbole der Libido, 1912),  Newton Compton 1975 ISBN 88-7983-247-6
  • L'inconscio (1914-17), Milano: Mondadori ISBN 88-04-39192-8
  • La sincronicità (Über Synchronizität, 1952), Torino: Bollati Boringhieri 

 

Jon Kabat-Zinn (New York, 05 giugno 1944) biologo e scrittore statunitense, Professore Emerito di Medicina e fondatore della Stress Reduction Clinic e del Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society presso la University of Massachusetts Medical School. È insegnante di Mindfulness, disciplina che ha il proposito di aiutare le persone a fronteggiare stress, ansia, sofferenza, malattia e a migliorare le proprie condizioni psico-fisiche.

 

  • Vivere momento per momento (1990), Corbaccio 2016
  • Dovunque tu vada ci sei già (1994) Corbaccio, 1997
  • The power of meditation and prayer, with Sogyal Rinpoche, Larry Dossey, Michael Toms. Hay House, 1997.
  • Benedetti genitori - guida alla crescita interiore del genitore consapevole - con Myla Kabat-Zinn (1997) Corbaccio, 1999
  • Mindfulness Meditation for Everyday Life. Piatkus, 2001.
  • Il genitore consapevole - con Myla Kabat-Zinn (2000) Tea libri 2002
  • Riprendere i sensi. Guarire se stessi e il mondo attraverso la consapevolezza (2005) Corbaccio 2006
  • The mindful way through depression: freeing yourself from chronic unhappiness, by J. Mark G. Williams, John D. Teasdale, Zindel V. Segal, Jon Kabat-Zinn. Guilford Press, 2007. 
  • L'arte di imparare da ogni cosa-100 lezioni di consapevolezza (2008) Corbaccio, 2010

Brian Weiss (New York, 6 novembre 1944) è uno psichiatra e scrittore statunitense. Weiss si laurea presso la Yale University School of Medicine nel 1970, completando uno stage in medicina interna alla New York University Medical Center e poi tornando a Yale per un tirocinio in psichiatria. È stato direttore del dipartimento di psichiatria al Mount Sinai Medical Center di Miami.

 

Secondo Weiss, nel 1980 una sua paziente di nome Catherine avrebbe iniziato a parlare di esperienze di vite passate mentre era sotto effetto di ipnosi. Weiss dichiarò di aver trovato riscontri documentali dei racconti di Catherine ed in seguito a ciò di aver iniziato a credere alla sopravvivenza di elementi della personalità umana dopo la morte. Weiss ha dichiarato di aver fatto "regredire" oltre 4.000 pazienti a partire dal 1980.

Weiss sostiene che tali pratiche avrebbero benefici terapeutici e che molte delle fobie e dei disturbi della vita presente sarebbero radicati nelle esperienze di vite passate che, una volta affiorate nella coscienza dei pazienti, avrebbero un effetto curativo sulle condizioni di vita.

 

  • Molte vite, un solo amore, 
  • Molte vite, molti maestri, 
  • Oltre le porte del tempo. Rivivere le vite passate per guarire la vita presente, 
  • Messaggi dai maestri, 
  • Molte vite, un'anima sola. Il potere di guarigione delle vite future e la terapia della progressione, 
  • Lo specchio del tempo, 
  • In meditazione verso le vite passate. Un percorso verso la pace interiore, 
  • I miracoli accadono. Curare l'anima attraverso il ricordo delle vite passate, 

 

Nell'estate del 2012 ho completato la formazione in ipnosi regressiva con il Prof. Weiss presso il Weiss Institute di New York. L'esperienza è stata molto ricca, non solo dal punto di vista degli strumenti che ha fornito, ma anche per la collaborazione con i colleghi, provenienti da varie parti del mondo, come Giappone, Australia, Stati uniti, Europa.....con i quali è stato possibile confrontarsi e crescere, scoprendo punti in comune e diversità. In quel periodo ho avuto l'opportunità insieme a un collega di intervistare in esclusiva Brian Weiss in vista dell'uscita del suo lavoro di quell'anno, per una pubblicazione italiana del settore. La sua disponibilità e la sua competenza sono stati per me un esempio dal punto di vista umano e professionale.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
Luca Lasorella - Via Magolfa 32, Milano - 20143